Parlar d’Amore

Vedo un gran parlar d’amore qui sulle reti sociali, in forma di aforismi, poemi, grandi discorsi su questo sentimento del quale trasuda a quanto pare una grande esperienza degli autori in merito e una notevole nobiltà d’animo. A quanto sembra, codesti guru del romanticismo sanno spiegarci con semplici parole in cosa consista questa emozione così complessa. Mi soffermo su questi scritti, credetemi, mi sforzo di trovarci qualcosa che mi colpisca, ma, complice un eccesso di malizia cagionato dall’età avanzata, ho la strana sensazione che buona parte di voi profeti dell’amore voglia sottilmente spiegare agli altri come si ama, quali debbano essere le modalità con cui interfacciarsi a un altro da sé affinché quest’ultimo sappia esattamente di cosa abbiate bisogno per rendervi felici.

Ahimè, cari sentimentali e care sentimentalesse, ancora una volta non avete perso l’occasione per elemosinare la benevolenza altrui. Quello di cui parlate, senza sforzarvi di utilizzare un minimo di metrica e adoperando l’enjambement senza criterio alcuno, è patetico accattonaggio emotivo. Lasciatemi dire, cari sognatori e care sognatoresse, che siete solamente innamorati dell’amore, romanticismo a buon mercato, l’ennesima proiezione su un fantasma inesistente, un’idealizzazione di un qualcosa che non ha nulla a che vedere con la vita reale. Lo sapete bene come andrà a finire, quando avrete finalmente trovato questo benedetto amore: nel migliore dei casi voi utentesse vi troverete al vostro fianco un noioso pantofolaio anaffettivo, che metterà su una decina di chili in tre o quattro anni, ossessivo-compulsivo e maniaco del controllo e, viceversa, voi utenti un’isterica dispotica che si sente sempre in diritto di qualcosa, pretenziosa, permalosa, incapace di darsi completamente, ancora legata morbosamente a sua madre e innamorata di suo padre, che vi ha trasformato nel suo schiavetto personale. Tutto questo vi darà comunque stabilità e sicurezza, quella sicurezza nevrotica e piena di dolore che in qualche modo però vi tiene al caldo e lontani dalla vita, che tanta paura vi fa. E intanto, mentre vi gettate reciprocamente sale sulle ferite, cercando di cambiarvi a vicenda perché vi siete resi conto che fondamentalmente vi fate schifo, siete lì alla finestra, a sognare l’amore vero, l’amore romantico che vi renderà definitivamente felici e completi, quel paradiso perduto che finalmente porrà la parola fine a tutte le vostre sofferenze. Amore vero che, una volta su un milione, busserà alla vostra porta, ma che manderete via perché inizierete a cagarvi addosso, perché avrete una paura fottuta di mettervi davvero in gioco e di amare davvero, dando voi stessi, dimenticandovi di voi e senza avere troppe pretese nei confronti dell’altro.

Invece no, vi sperticate di citazioni, aforismi, poesie banali, versi nostalgici e passivo-aggressivi, mentre siete sposati davanti a Dio, vi fate la comunione la domenica, strizzando l’occhietto alle isterie femministe e tenendovi in caldo le vostre amanti, pur di mostrare al mondo di essere bravi cristiani e onesti cittadini, repressi che galleggiano in un mare di menzogne che nel migliore dei casi vi causeranno gastriti, diarree e orticarie. – Dino – direte voi – ma l’amore con il tempo cambia, si trasforma! – sbattendomi in faccia l’ennesimo stereotipo, l’ennesima balla che raccontate a voi stessi, quando dentro di voi sapete benissimo che un amore che si tramuta in affetto non è amore: siete diventati fratello e sorella, siete diventati amici. Le selvagge cavalcate sulle grandi praterie dei vostri materassi cigolanti sono ormai un lontano ricordo. E ne soffrite.

Ma non importa,
se il tuo profumo mi
ricorda i mandorli in fiore
sulle iridi vitree
mentre respira
il vento dei tuoi baci.

Cristo santo…questo è l’orrore, buon Dio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...